Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

il “creative network” dei MotelConnection

_MG_5566Banner_motelPisti_02inkPierfunk_02inkwebSamuel_02ink Motel_connection (28) (Large)
Mentre le polemiche sul copyright
imperversano a seguito del processo di Tpb-The Pirate Bay, il sito più
famoso al mondo per il free download (il maggiore "indicizzatore" di
file torrent su Web ndr ) la cui sentenza di primo grado ha stabilito la
condanna dei 4 giovani fondatori svedesi, la musica continua a trovare nella
Rete i suoi più interessanti percorsi creativi.
Per l’uscita del nuovo singolo
Human Environmental Return of Output/Input Network
, i Motel Connection
gruppo torinese di musica elettronica formato da Samuel Romano (voce dei
Subsonica), Pisti dj Krakatoa e Pierfunk (ex bassista dei Subsonica) –
inventano il Creative Network©: un modo per mettere insieme musica,
games, fumetti e basso impatto ambientale unendo le differenti attitudini,
skill e know-how di esperti che permette di elevare al massimo i risultati.
Come? Fornendo al gruppo la capacità di costruire processi modulari che a ogni
passaggio incrementano il valore del progetto e delle persone che ne fanno
parte. Per la prima volta un prodotto
musicale viene pensato come progetto crossmediale e realizzato per Casasonica
Management da un team di professionisti che, dall’idea base, sviluppa in modo
autonomo e coordinato ogni singola fase (qualche mese fa William Gibson ci
parlava di “alleanze progettualindr). Il Creative Network
cambia a seconda delle esigenze del gruppo, si modifica in base alle idee. Vediamo le attuali componenti:

Motel

Disegno
Industriale
del Politecnico di Torino si sta occupando di studiare la produzione e la promozione del progetto
sulla base di criteri di eco design, sostenibilità ambientale, risparmio
energetico; attraverso una visione sistemica (Systems Design) vengono
definite le relazioni possibili per l’ottimizzazione degli scambi tra flussi e
materia, sperimentando il principio già contenuto nel titolo
H.E.R.O.I.N., ovvero ottenere che “gli scarti di un
sistema diventino risorse per un altro” come in natura. Per i MC, infatti, occorre «preservare ciò che vive
soprattutto per le generazioni future», dicono i 3 membri del gruppo. Fare
musica è un impegno preciso: «vogliamo arrivare a realizzare tour a basso
impatto ambientale e un ciclo di produzione sostenibile nella produzione del
disco».

La software house Xplored ha trasposto in chiave videoludica il mondo dei MC, realizzando
un primo videogame flash, scaricabile gratuitamente da domani sul sito motelconnection.co.uk.
Nel videogioco i 3 avatar Samuel, Pisti e Pierfunk dovranno liberare la città
dai guardiani del Potere: un action game che unisce una divertente
grafica supereroistica all’impegno e a contenuti etico-ambientali. Il flashgame
diventerà un videogioco con grafica 3D real-time, in concomitanza dell'uscita
del disco prevista per gennaio 2010.
 
Della parte video musicale se ne
sta occupando il visual artist Quayola che ha realizzato
un video “fibra ottica”: attraverso una high-speed camera che crea
slow-motions, le immagini si muovono a tempo di musica – IN ANTEPRIMA SU NOVA.

Dopo l’ecologia e la
musica-videogioco, il gruppo ha coinvolto la Scuola internazionale di Comics di
Roma nella realizzazione di un fumetto: gli avatar dei MC diventeranno
characters di una miniserie interamente realizzata dai giovani disegnatori
Bruno Letizia e Valerio Schiti, che verrà pubblicata in tre episodi tra giugno
2009 e gennaio 2010.

Guardiani_01
Come ulteriore alleanza
progettuale
è prevista la partecipazione straordinaria di Ozmo con la sua
visionaria arte urbana.

«Finora avevamo usato un processo
lineare nel percorso creativo», ripercorrono i MC «per realizzare questo
progetto invece stiamo lavorando piano e su obiettivi, riuscendo a esplorare
strade diverse che, a loro volta, generano altri input. Questo interscambio
permette di ottenere una logica parallela, condivisa con il lavoro di molte
persone. La molteplicità innesca processi che si contaminano a vicenda, che
diventando una terza idea». A sottolinearlo è Pierfunk, consulente per Mida
S.p.A.
: «il Creative Network dimostra le possibili
connessioni musica-azienda. Questo processo genera innovazione e la comunità
professionale che ne deriva è un acceleratore di creatività». 
Il Creative Network dei MC
in effetti ha prodotto, fino a oggi, l’uscita di un singolo che è divenuto game
e fumetto. Arriverà nel gennaio prossimo a essere disco, game 3D e miniserie.
Su tutto, l’eco-sostenibilità dei processi. Forse è vero «la creatività è
un’idea di connessione» come dicono i Motel Connection! Prossimo
appuntamento, live al
concerto del 1 Maggio.